Chi siamo

La “Piccola Accademia di Musica S. Bernardino” nasce ufficialmente nel giugno del 2001, su promozione dell’Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, ma l’inizio storico della sua attività risale al 1979, quando sotto la guida artistica di Roberta Massetti e Maurizio Ramera si esibisce il coro di Voci Bianche in occasione della festa di S. Giovanni Bosco.

Nel 1989 viene fondato il coro “Nuova Armonia” di sole voci femminili, che raccoglie le aspettative di quelle coriste che ormai cresciute non trovano più spazio nel coro di Voci Bianche.

A partire dal 1996 il repertorio dei gruppi corali si caratterizza in brani originali, a seguito della collaborazione con giovani ed emergenti compositori bresciani che, su commissione, compongono appunto musiche originali, sfociando in incisioni discografiche professionali di cui oggi se ne contano 8, compresa una partecipazione ed una sola produzione:

 

INNI, MUSIQUE IN TOUTE LIBERTE’, IL GIARDINO DEL GIGANTE, WEDDING SONGS, VIAGGI OLTRE IL SUONO, CHORAL PIANOS, TWO PIANOS & SAX, LA VIA INVISIBILE.

Negli ultimi anni il coro Nuova Armonia ha ottenuto riconoscimenti nazionali ed internazionali in 6 concorsi con due primi posti, un secondo e due terzi posti.

Dal 2005 è stata aperta una scuola per l’insegnamento di quattro strumenti musicali: pianoforte, violino, flauto traverso e chitarra, con insegnanti diplomati, dapprima riservata ai componenti dei due gruppi corali e dal 2008 aperta anche agli esterni a condizioni differenziate e dal 2011 estesa anche agli allievi della Scuola Salesiana.

 

Le finalità dell’Associazione sono ben individuate nell’art. 3 dello Statuto Sociale che testualmente recita:

L’Associazione si propone di:

a)    Favorire e sostenere la tradizione salesiana e clarense della cultura musicale che, nascendo dallo studio del canto e della musica, migliori nei fruitori la cognizione dell’arte e si proponga come risorsa di promozione umana, sociale e cristiana. Tali principi dovranno ispirare il progetto educativo-didattico, che sarà posto agli atti dell’Associazione.

b)    Organizzare interventi e manifestazioni musicali ed artistici sul territorio clarense e fuori dallo stesso;

c)    Promuovere incontri formativi musicali e corsi di informazione tesi a sensibilizzare l’opinione pubblica sui problemi della gioventù e sull’educazione musicale, anche coordinando altre agenzie educative già esistenti sul territorio;

d)    Promuovere iniziative atte a reperire fondi da destinare al finanziamento dei gruppi corali;

e)    Promuovere la realizzazione, anche in proprio, di opere artistico-musicali originali ed in particolare quelle adatte ai fanciulli ed alla gioventù;

f)    Curare l’edizione di opere artistico-musicali;

g)    Organizzare corsi di musica.

 

A questo si aggiunge la specificità dell’educazione musicale e corale in specie, in quanto l’Associazione nata dalla passione per la musica dei soci fondatori, si basa su saldi e profondi principi da insegnare ai più piccoli e condividere con gli adulti.  E’ fondamentale fare in modo che tutti gli appartenenti all’Associazione, in particolar modo coloro che hanno una parte attiva, rispettino gli impegni presi, anche se il loro è di natura volontaristica.

Riteniamo che il servizio proposto, sostanzialmente gratuito, di insegnamento del canto,  sia  una grande opportunità di crescita umana.  Cantare in coro significa condividere la bellezza, fondere in armonia non solo le diverse vocalità, ma anche le individualità.

La musica impone una disciplina interiore non solo relativa alla concentrazione ed all’attenzione, ma anche alla capacità di confrontarsi con gli altri e di armonizzare con il gruppo. Imparando a fare musica insieme fin da piccoli, i ragazzi interiorizzano modelli di comportamento, acquisiscono in modo gratificante il senso di responsabilità verso gli altri, il rispetto, la solidarietà, l’umiltà e l’esercizio della pazienza.

Dunque, gli aspetti fondativi di una coscienza civica. Queste considerazioni valgono per tutti coloro che vogliono fare l’esperienza del coro, dove chi è più bravo ha il compito di aiutare chi ha meno doti, al fine di accelerare la sua crescita e  quindi il suo inserimento positivo nel gruppo.

Inserita negli ambienti della Comunità Salesiana, la PAM, che opera da trent’anni sotto la medesima Direzione Artistica, anima le solenni celebrazioni liturgiche (Natale, Pasqua, Cresime, Comunioni, S. Giovanni Bosco, Immacolata, 1° Novembre e in altre occasioni significative) conta circa 150 soci, oltre 95 coristi dai 4 ai 48 anni provenienti non solo dal territorio clarense, ma anche dai seguenti Comuni: Rovato, Coccaglio, Roccafranca, Ludriano, Trenzano, Cossirano, Palosco, Cologne, Castelcovati, Brescia, Farfengo, Urago d’Oglio, Erbusco,.

Si ritiene che tale situazione geografica sia sintomo di una proposta culturale singolare che non trova riscontro in altri ambiti territoriali limitrofi.

L’Amministrazione Comunale di Chiari ha stipulato fin dal 1995 un’apposita Convenzione con la PAM riconoscendone l’importante ruolo sociale ed educativo, soprattutto nei confronti dei fanciulli e dei giovani, garantendo un minimo di sostentamento economico.


La direzione della P.A.M. attualmente è affidata al Consiglio Direttivo:

ANGELO ARRIGHETTI – Presidente

GIULIANA FESTA – Vice Presidente

FEDERICA ARRIGHETTI – Tesoriera

MARIA CHIARA MARIOTTI – Segretaria

SARA BARONI – Consigliere

ERICA FESTA – Consigliere

PIERLUIGI FACCHETTI – Consigliere

GIOVANNI RECENTI – Consigliere

GIULIO CALABRIA – Consigliere

 

Sono parte del Collegio dei Revisori:

MAURO GHILARDI

VALENTINA FERRETTI

GIULIA VITTORIA FACCHETTI

 

Il Comitato Artistico:

ROBERTA MASSETTI - Direttore Artistico

MAURIZIO RAMERA

ROBERTA CROPELLI

WALTER BORGOGNO

ANDREA GOFFI

ALESSANDRA SALOGNI

ELISA FAUSTINI

FABIANA LANCINI